I CONSIGLI DEL COMMERCIALISTA

Negli ultimi anni, molte aziende e imprenditori italiani hanno deciso di trasferire in Bulgaria parte delle loro attività di produzione e intermediazione. Considerando i metodi e le leggi semplificati per la costituzione di società bulgare, per le quali è possibile ottenere informazioni dettagliate dalla sezione “Consulenza legale” sul nostro sito, le società italiane hanno avviato attività attive sul territorio bulgaro.
La legislazione contabile in Bulgaria è completamente in linea con la legislazione contabile dell’UE e dell’Italia. Esistono ovviamente alcune differenze, ma i principi di base sono in linea con la legislazione europea. Per quanto riguarda le società bulgare, i servizi di contabilità sono molto più semplici e vengono rispettati i requisiti della doppia imposizione. La conoscenza del diritto bulgaro (fiscale e contabile) è importante sia per gli imprenditori italiani che dispongono di società bulgare sia per coloro che dispongono di società bulgare nel settore del commercio, dell’intermediazione e dei servizi di consulenza come partner.
Questo è il motivo per cui sul nostro sito vorremmo presentarvi la consulenza del commercialista, che fornirà una risposta agli imprenditori italiani interessati per conoscere i punti di base della legislazione fiscale bulgara, riguardanti:

IMPOSTE SULLE PERSONE FISICHE
La tassazione delle persone fisiche è regolata dalla legge sull’imposta sul reddito delle persone fisiche.
Secondo la legge sull’imposta sul reddito delle persone fisiche, una persona fisica residente, indipendentemente dalla cittadinanza, è una persona:

  • che ha un indirizzo permanente in Bulgaria,
  • trascorre più di 183 giorni consecutivi ogni 12 mesi sul territorio bulgaro;
  • ha un proprio centro di interessi vitali in Bulgaria
    Una persona che ha un indirizzo permanente in Bulgaria ma il cui centro di interessi vitali non si trova nel paese non è considerata una persona residente e non è tassata ai sensi di questa legge.
    Nel determinare il centro di interesse di un individuo, vengono presi in considerazione la famiglia, la proprietà, la sede della sua attività professionale, ecc.
    Secondo la legislazione bulgara, i seguenti tipi di reddito sono soggetti a tassazione:
  • dall’occupazione per lavoro dipendente;
  • dal lavoro autonomo;
  • da altre attività economiche;
  • utilizzo di diritti o beni;
  • trasferimento di diritti o beni;
  • da altre fonti di reddito.
    Aliquote e base imponibile
    L’aliquota fiscale standard è del 10%. Tuttavia, alcuni tipi di reddito sono soggetti ad aliquote fiscali diverse:
  • 5% per i dividendi e le somme derivanti dalla liquidazione – trattenute direttamente dal sostituto di imposta;
  • 7% per i redditi della previdenza sociale volontaria, dell’assicurazione sanitaria volontaria e dell’assicurazione sulla vita
    in alcuni casi specifici;
  • 8% degli interessi attivi sui conti bancari;
  • il 15% delle entrate derivanti dall’attività economica esercitata da persone appartenenti alla categoria dell’impresa individuale.
    La base imponibile annuale è l’importo del reddito annuo da cui vengono detratti i contributi obbligatori di sicurezza sociale della persona.
    Esistono varie esenzioni fiscali per le persone fisiche residenti in Italia, che sono dettagliate nella legge.
    Dichiarazione dei redditi e pagamento
    Le dichiarazioni fiscali annuali dei contribuenti devono essere compilate e presentate entro il 30 aprile dell’anno successivo all’anno di riferimento. L’imposta deve essere pagata entro il termine per la presentazione della dichiarazione annuale. È prevista una sanzione per la dichiarazione che non è stata presentata in tempo, che attualmente è di 500 BGN oltre agli interessi per ritardato pagamento delle imposte.
    La presentazione di una dichiarazione dei redditi è facoltativa nei seguenti casi:
  • per i redditi di lavoro dipendente percepiti da un datore di lavoro;
  • reddito non imponibile;
  • reddito imponibile con aliquote fiscali definitive a titolo d’imposta (con alcune eccezioni).
    Sgravi fiscali
    Sgravi fiscali ai fini della determinazione dell’onere fiscale:
  • persone con capacità lavorativa ridotta superiore al 50%;
  • contributi personali di assicurazione volontaria e vita;
  • assicurazioni personali e contributi pensionistici;
  • donazioni da organizzazioni / istituzioni (in alcuni casi);
  • altri casi.
    ASSICURAZIONE SOCIALE IN BULGARIA
  • Persone che lavorano con un contratto di lavoro
    Di seguito sono riportati i tipi e la ripartizione dei tassi di sicurezza sociale e di assicurazione sanitaria per il 2019. nel caso di dipendenti con contratto di lavoro di terza categoria.
    Le percentuali sono ripartite tra datore di lavoro e dipendente come segue:
    Fondo – Pensioni, malattia generale e maternità, disoccupazione.
    • 24,30% = 13,72% a carico del datore di lavoro e 10,58% a carico del dipendente
    Fondo – Infortuni sul lavoro e malattie professionali (la percentuale varia in base all’attività economica dell’azienda) e varia dallo 0,4% all’1,1%, interamente a carico del datore di lavoro.
    Fondo di assicurazione sanitaria
    8% = 4,8% a carico del datore di lavoro e 3,2% a carico del dipendente
    L’importo totale dei contributi di sicurezza sociale (sociale e sanitaria) varia dal 32,7% al 33,40%. C’è una specificità che le persone nate dopo il 1959. sono assicurate nella Cassa pensioni universale al tasso del 5%, ma è incluso nell’importo totale del contributo assicurativo.
    I datori di lavoro sono tenuti a rispettare le tariffe fisse per l’assicurazione sociale e sanitaria e a depositarle nel conto del bilancio entro il 25 del mese successivo al mese di maturazione il rimborso delle retribuzioni ai sensi di un contratto di lavoro, nonché il pagamento delle retribuzioni mensili ai lavoratori, sempre entro il 25.
  • Persone che lavorano con un contratto di lavoro
    I beneficiari di redditi da lavoro autonomo devono provvedere autonomamente al versamento dei contribut.
    La base per il calcolo dei contributi previdenziali è costituita da tutte le entrate dopo aver dedotto i costi legali. Per il 2019 il reddito minimo della sicurezza sociale è di 560 BGN (circa pari a 260 EUR) ed è pari al salario minimo del paese, mentre il reddito massimo di sicurezza sociale è di 3.000 BGN (1.500 EUR).
    La Bulgaria applica le norme comunitarie in materia di sicurezza sociale ai cittadini dell’UE / SEE / Svizzera nonché ai cittadini di paesi terzi. Inoltre, la Bulgaria ha firmato accordi bilaterali di sicurezza sociale con paesi extra UE / SEE / Svizzera come Russia, Israele, Macedonia, Ucraina, Moldavia, Repubblica di Corea, Canada e altri. In base a tali regolamenti e accordi, in alcune situazioni può essere transnazionale non applicare affatto a determinate categorie di persone o parzialmente all’obbligo di pagare i tassi di sicurezza sociale e previdenziale in Bulgaria. L’esenzione in materia deve essere supportata da certificati standard emessi dalle autorità straniere competenti (A1, E 101 o. Certificato di legge applicabile ai sensi dell’accordo bilaterale).

Nel caso ci fosse interesse da parte dei imprenditori italiani per costituire e seguire contabilmente le societa’ con diritto bulgaro – proprieta’ dei italiani, suggeriamo di contattare i nostri specialisti per maggiori informazioni:

Persone da contattare:

Zahari Nikolov – General Manager ; e-mail: nikolov_pro@abv.bg ; tel.: 00359 888 62 07 66
Svetlana Minkova – Coordinatore– e-mail: mink_svet@abv.bg ; tel.:00359 894 71 53 43
Referente per l’Italia: Rosella Zanettini – e-mail: rosella.zanettini@studiozanettini.it ; web site www.studiozanettini.it telefono fisso +39 0521 841265 ; cell. +39 335 376919

Per ottenere un incontro finalizzato alla cooperazione con studi contabili in Bulgaria e allo sviluppo commerciale siamo in grado di organizzare contatti con commercialisti bulgari per finalizzare l’aprovazzione delle societa’ con diritto bulgaro.
E’ auspicabileche, per una migliore organizzazione, ci vengano inviati richieste specifiche.