IL TURISMO

3,7 MILIARDI DA TURISMO INTERNAZIONALE NEL 2019 


I dati della Banca nazionale bulgara (BNB) mostrano una crescita dello 0,4% dei ricavi derivanti dal turismo internazionale rispetto all’anno precedente. Nel mese di dicembre 2019 la spesa dei viaggiatori stranieri in Bulgaria supera i 165 milioni di euro, registrando una crescita del 10% rispetto a dicembre 2018. Il numero dei turisti stranieri che hanno visitato il paese nel 2019 ha raggiunto 9,3 milioni. Nel mese di dicembre le visite turistiche sono state 479.276, in crescita del 9,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. 
 Fonte: ICE Sofia

Il meccanismo per la promozione del turismo organizzato in Bulgaria

Inizialmente, si concentrerà sulla costa del Mar Nero e si baserà sulle notti trascorse attraverso l’ESTI e i pagamenti si baseranno sui risultati

Il Ministero del Turismo ha annunciato un meccanismo per campagne di marketing mirate e promozione delle vendite dirette di pacchetti turistici per la destinazione Bulgaria nei mercati target durante la stagione estiva. Supporterà il turismo organizzato e il nostro paese come destinazione competitiva. Innanzitutto, si concentra sulla costa del Mar Nero per il periodo dal 1 ° maggio al 31 ottobre, riflettendo i pernottamenti di cittadini stranieri presso le unità abitative del Sistema uniforme di informazione turistica (ETI). Sarà attuato attraverso campagne di marketing e pubblicitarie mirate nei mercati bulgari.

Il meccanismo sarà attuato mediante una gara pubblica con quattro lotti – Mercato Germania (con un budget di 5 milioni di BGN IVA esclusa); Mercato del Regno Unito – 2,5 milioni di BGN); Visegrad Four Market (Polonia, Ungheria, Repubblica Ceca e Slovacchia – 3,75 milioni di BGN); il mercato russo (1,25 milioni di BGN). L’iniziativa è estremamente trasparente ed è conforme ai requisiti della legge sugli appalti pubblici e della direttiva europea sugli appalti pubblici. La documentazione sarà inoltre pubblicata nella Gazzetta ufficiale dell’UE. È così che soddisfiamo le aspettative del settore turistico di fornire più fondi per la pubblicità nazionale, ha affermato il Ministro Nikolina Angelkova.

Ha spiegato che il finanziamento del meccanismo sarebbe attraverso il bilancio repubblicano centrale di 15 milioni di BGN con IVA e reso possibile grazie all’impegno personale del primo ministro Borisov e del ministro Goranov nel settore come una delle priorità per l’economia bulgara.

L’iniziativa è estremamente importante per mantenere ed espandere la posizione del mercato bulgaro come destinazione preferita per il turismo estivo / marittimo organizzato. Gli appaltatori saranno selezionati per ciascun lotto, che preparerà attività di marketing specifiche per la pubblicità online e offline in collaborazione con i rappresentanti del settore turistico – tour operator, che vendono pacchetti turistici per la destinazione Bulgaria nei mercati specificati. Le attività di marketing pianificate devono necessariamente basarsi su ampie ricerche di mercato con particolare attenzione ai viaggi estivi ai fini delle vacanze marittime, identificando i gruppi target di utenti, i principali tour operator e altro ancora.

Gli importi previsti saranno utilizzati solo se il risultato è dimostrato: un aumento delle visite turistiche organizzate durante la stagione estiva 2020. L’idea del Ministero del Turismo è il meccanismo per attuare un progetto pilota per il Mar Nero e se funziona per aumentare il numero di turisti, quindi per espandersi. Prevede che l’afflusso di turisti nel nostro Paese aumenterà di 200-300 mila unità, prevede il ministro Angelkova. Durante la stagione estiva – da giugno a fine settembre 2019, il nostro paese è visitato da oltre 5,4 milioni di turisti stranieri, ha aggiunto.

In tutti i mercati, con l’eccezione della Russia, prevediamo che il fallimento del più grande tour operator britannico Thomas Cook rifletterà, anche sulle voci relative alla Bulgaria, ha aggiunto il ministro. Viene liberato il potenziale che deve essere colmato in tempo. Ha ricordato i suoi numerosi incontri con i rappresentanti dei principali tour operator tedeschi e britannici, che hanno discusso del riempimento flessibile di questa nicchia e della fornitura più attiva di pacchetti di viaggio per la Bulgaria durante l’estate. La maggior parte di questi partner ha delineato le previsioni per la crescita dei loro turisti in Bulgaria, che è un’opportunità per ulteriori charter nel nostro paese, è emerso chiaramente dal Ministro.

Ha ribadito che i calcoli del meccanismo sarebbero diversi per ciascuno dei mercati in base alle loro specifiche. Gli importi previsti saranno utilizzati solo se il risultato è dimostrato: un aumento delle visite turistiche organizzate nell’estate del 2020. I pagamenti del contratto saranno possibili dopo che il contraente ha redatto una relazione e accettato i risultati dall’amministrazione aggiudicatrice.

Fonte Infobusiness BCCI

Settore di interesse per gli italiani

Bulgaria affermata come una nuova destinazione turistica, con potenziale di ulteriore miglioramento in futuro.

La Bulgaria dispone di importanti risorse naturalistiche per lo sviluppo del turismo, come le spiagge del Mar Nero, alcune località montane adatte allo sci nonché potenzialità per il turismo culturale, rurale e ricreativo. E tal sviluppo ha fatto si ché la Bulgaria si affermasse come una nuova destinazione turistica con potenziale di ulteriore miglioramento in futuro.

Nel corso degli ultimi anni il turismo si è caratterizzato come il settore dell’economia bulgara a più rapida crescita.Nel 2018 il numero totale di visite turistiche di stranieri in Bulgaria è di 9 273 345. La crescita rispetto al 2017 è del 4,4%.Vi è stato un aumento delle visite di ferie e vacanze da quando sono state completate 5 804 576 visite e un aumento del 5,5%. Le visite da visitare sono 669.908, con un incremento dell’1,3%. Il numero di visite per turismo d’affari è stato di 1 727 874, con un incremento del 10,6%. Le visite ad altre destinazioni turistiche sono 1 070 987.
Le visite delle vacanze e rappresentano il 62,6% di tutte le visite turistiche.

Tra gennaio e novembre 2018, le entrate del turismo internazionale sono state pari a 3,6 miliardi di euro. La crescita rispetto al periodo gennaio – novembre 2017 è stata del 6,6%.
Il maggior volume di investimenti nell’ultimi aniI, sia da parte di imprenditori locali, che da parte di investitori stranieri hanno interessato i complessi turistici sul Mar Nero ALBENA, ZLATNI PIASATSI, SLANCHEV BRIAG (Sunny Beach), SVETI VLAS, nonché nelle stazioni sciistiche più famose bulgare BANSKO nel monte Pirin, BOROVETZ nel monte Rila, e PAMPOROVO nel monte Rodopi.




Secondo il Ministero del Turismo 2018, le entrate del turismo hanno raggiunto 8,4 miliardi di BGN, dopo essere riuscite a superare il confine psicologico di 8 miliardi di BGN l’anno precedente. 7,1 miliardi di BGN

Bansko è uno dei centri sciistici più grandi e in più rapido sviluppo in Bulgaria. Situato a 150 km da Sofia, ai piedi del Pirin Bansko, negli ultimi anni ha attirato l’attenzione degli appassionati di sci. La lunghezza totale delle piste e delle piste da sci – 70 km, ci sono piste per sciatori principianti, esperti ed esperti. Le scuole di sci offrono corsi di formazione per tutte le età, i maestri faranno in modo di vivere momenti indimenticabili. Per gli sciatori principianti e gli snowboarder i più adatti sono le piste da sci Bansko, Shiligarnik, Todorka e Stara Pista. “Balkan”.

Il resort attira un numero crescente di ospiti grazie alla lunga stagione, che inizia nella seconda metà di dicembre e dura fino a metà aprile. Le temperature diurne si aggirano intorno ai -2 -3 ° C per tutta la stagione. Una delle attrazioni più interessanti di Bansko è la chiesa della Santissima Trinità con il suo campanile di 30 metri, che è normalizzato nella parte vecchia della città. Gli amanti della storia possono visitare monumenti culturali: la Neofit Rilski House-Museum, la Chiesa della Santa Vergine, il Museo Nikola Vaptsarov, la Sirlesht Old House.

Più di cento siti archeologici sono stati registrati nel comune. Moderni impianti di risalita, una varietà di attrazioni, un’atmosfera accogliente, una vasta selezione di hotel, ristoranti e caffè, natura unica – tutto ciò rende Bansko una destinazione ideale per una fantastica vacanza invernale.


Borovets – una delle più antiche località invernali bulgare e il più grande centro sciistico. Borovets si trova a soli 72 km dalla capitale e 10 km da Samokov.

Situato a 1300 metri sul livello del mare ai piedi del Musala, il resort offre meravigliose opportunità per lo sci e il relax. Nel 1981 e nel 1984 il resort ha ospitato gare di Coppa del Mondo di sci alpino. A disposizione degli ospiti circa 60 km. piste con diversi livelli di difficoltà, adatte a sciatori esperti e principianti (raggruppati in tre aree: Sitnyakovo, Yastrebets e Markudzhika). Per gli sciatori di fondo ci sono piste speciali nelle aree “Varnika” e “Shiroka Polyana”. Alcune piste offrono illuminazione artificiale per la guida notturna. Per i più piccoli, il Borokids Park è costruito dove i bambini adoreranno sciare per sempre. Il resort dispone anche di una scuola di sci per bambini. La maggior parte degli hotel Borovets si trova nel centro del resort vicino all’area dell’ascensore. Ci sono molte opzioni di alloggio – dagli hotel di lusso agli accoglienti chalet. Borovets è una delle destinazioni sciistiche più ambite del paese e sta diventando una destinazione attraente per i turisti stranieri. Il resort è compatto, ma qui tutto è progettato per una vacanza appagante ed emozionante.

Pamporovo è una località montana situata ai piedi del picco Snejanka a 255 km dalla capitale. Il Mar Egeo ha un clima favorevole, 240 giorni di sole e un inverno mite rendono Pamporovo la località invernale più soleggiata del paese. Le basi del resort furono gettate nel 1933. La stagione turistica inizia a dicembre e dura fino alla fine di aprile, la temperatura media dell’aria è di 3-4 ° C. Il resort offre percorsi con vari gradi di difficoltà – per principianti (Dam, Studenets) e avanzati (Snezhanka 2, 3, 4) .
La maggior parte degli hotel di Pamporovo si trovano vicino alle piste. Ogni ospite del complesso troverà un’ampia varietà di programmi e procedure di rilassamento, terapie cosmetiche, massaggi: tutto ciò di cui hai bisogno per una fantastica vacanza. Per gli amanti del divertimento attivo il resort offre campi da tennis, piscine, bowling, tiro con l’arco, mountain bike, sci notturno.

Per i fan del biathlon c’è un poligono di tiro sportivo. Molti ristoranti e taverne offrono una cucina Rhodope unica e un’atmosfera autentica.

I primi campi da golf in Bulgaria risalgono a poco più di 10 anni fa. In questo breve periodo, il golf è diventato un’attività ricreativa preferita, sia per hobby che per sport professionistico. Nel nostro paese, il golf è sempre più praticato da dilettanti e professionisti – principalmente stranieri, ma anche sempre più bulgari. Il primo campo da golf in Bulgaria – “Air Sofia” è stato costruito, come suggerisce il nome, a circa 40 km da Sofia vicino a Ihtiman. Per quasi 10 anni, vicino Sofia sono stati istituiti 3 campi da golf. E solo in un anno, altri due campi da golf sono stati riaperti nel territorio montuoso: il Pirin Golf Club vicino a Bansko e Ibar vicino a Dolna Banya: nel villaggio di Ravno Pole, a circa 20 minuti dal centro di Sofia, St. Il Sofia Golf Club e nella città di Pravets si trova uno dei più nuovi campi da golf in Bulgaria: il Pravets Golf Club. Non dimentichiamo lo Sliven Balkan, dove c’è anche un campo da golf progettato. L’interesse per il golf ha travolto più persone e, dopo un po ‘, i campi da golf sono aumentati e da 1 campo da golf in tutto il paese, 8 sono già operativi.

Molti cittadini britannici hanno comprato immobili nella zona. Le prospettive del settore sono collegate allo sfruttamento dei vantaggi competitivi del Paese, con particolare riferimento allo sviluppo nei sottosettori del turismo culturale,rurale, vinicolo, congressuale e termale.
Hisarya, Velingrad and Sandanski inoltre sono in processo di diventare i nuovi punti di interesse per gli investitori per via delle acque termali e il clima mite che permette attivita’ turistiche nell’arco di tutto l’anno.



La Bulgaria e’ al secondo posto, dopo la Islanda per disponibilita’ di sorgenti minerali (oltre 500 con temperature tra 37 C ed i 101C). Punto importante per l’ulteriore sviluppo del turismo nel Paese saranno le infrastrutture, ancora insufficientemente sviluppate: la Bulgaria continua ad avere bisogno di autostrade e aeroporti per l’accesso ai luoghi turistici. Imprese italiane specializzate inoltre nel settore delle attrezzature per divertimento e sport (piscine, campi da tennis e golf, centri sportivi, giochi), fast food, ristoranti avranno quindi buone opportunità, così come tutto il comparto del contract e delle attrezzature per ristorazione e hotellerie, come anche i centri di formazione professionale turistica.