SOFTWARE – AZIENEDE BULGARE CON ALTA CAPACITA’

Strategie di gestione
Nelle nazioni più piccole per territorio e popolazione, lo Stato, con la sue amministrazioni e strutture, è il maggiore cliente del mercato interno. La Bulgaria non fa eccezione a questa regola. Per questo motivo è importante sapere quali sono i programmi governativi e quali sono i settori economici prioritari, L’attuale governo, considera prioritario il settore delle tecnologie avanzate e specialmente delle tecnologie d’informazione. Il Governo, negli ultimi anni, ha compiuto alcuni passi importanti in questa direzione. Possiamo citare, ad esempio, l’accordo con IBM per la fornitura dei computer per l’amministrazione fiscale, l’accordo con Microsoft per il perseguimento, da parte dell’Amministrazione statale, della lotta alla pirateria di software in Bulgaria e l’introduzione di registri pubblici e di un sistema di presentazione dell’amministrazione su internet del portal.government bg) del Ministero della Pubblica Istruzione. Il Governo odierno dichiara di avere le stesse intenzioni di sviluppo delle tecnologie informatiche. L’introduzione di sistemi informatici alle dogane con uno “sportello unico”, l’accordo con Microsoft, ecc., autorizzano a considerare lo Stato il maggiore cliente del mercato delle tecnologie informatiche.
Infrastruttura
La strategia di innovazione rileva che in Bulgaria ogni tre su quattro PMI industriali dispongono di un sito Web aziendale. Il 78% delle imprese possiede una firma elettronica dei gestori. Gli ordini online e le opportunità di vendita sono disponibili per il 45% delle aziende e il 40% per i pagamenti online. Il 18% delle PMI ha un sistema di gestione delle relazioni con i clienti. La percentuale di coloro che hanno implementato un sistema di gestione dei fornitori è altrettanto elevata e circa il (17%) sono aziende che utilizzano un sistema di gestione integrato per quasi tutti i processi.
Sebbene la copertura fissa della banda larga copra ancora il 95% delle famiglie, che è leggermente inferiore alla media dell’UE (98%), la sfida principale è aumentare il numero di abbonati alla banda larga. In Bulgaria, il 99,4% delle famiglie che usano Internet ha accesso alla banda larga, ma c’è una differenza tra le regioni. Un grave problema è la mancanza di accesso a Internet in quasi 4.000 insediamenti in aree populate in zone remote, il che li rende meno dinamici e con una competitività ridotta e meno attraenti per investitori e residenti.

Risorse umane
Grazie agli investimenti fatti negli ultimi anni nelle tecnologie informatiche, in Bulgaria sono state create condizioni favorevoli per la formazione di quadri all’Università tecnica a Sofia, e la Facoltà di matematica presso l’Università di Sofia, all’Accademia delle scienze bulgara, all’Università tecnica a Gabrovo e altri centri di formazione. La tradizione continua fino ad oggi. Grazie a questi quadri, la maggior parte dei quali oggi occupa posti di gestione, è diventato possibile lo sviluppo dei centri odierni di riqualificazione e di qualificazione postlaurea (“long life learning”), Un altro fattore positivo è rappresentato dalle numerose società informatiche,che hanno aperto loro centri di certificazione di specialisti, quali Microsoft – Bulgaria, Cisco Sistems, Oracle-Bulgaria, Festo-Bulgaria ecc. I certificati rilasciati in Bulgaria sono validi in tutto il mondo, Il problema delle risorse umane è l’emigrazione nei paesi sviluppati. Specialisti bulgari occupano posti di responsabilità presso i laboratori nucleari a Los Alamos (USA), nei laboratori della Marina americana, nei centri nucleari di Cern, Dubna, in ditte come Cisco (USA), nelle università americane, inglesi e tedesche.
Il talento dei professionisti del software bulgaro è molto apprezzato dai grandi giganti IT che da anni aprono e sviluppano uffici di ricerca e sviluppo in Bulgaria (VMWare, SAP, Luxoft, Softwate AG, Experian, Proxiad, ecc.) E, soprattutto, c’è una tendenza duratura ad aumentare le squadre ogni anno ed espandere l’attività delle loro unità bulgare.
Il settore IT è una forza attrattiva per i bulgari all’estero. Più della metà di loro vuole tornare come specialisti di software nel nostro paese.
L’industria del software è tra le poche in Bulgaria con competitività globale, offrendo eccezionali opportunità di realizzazione professionale e sviluppo delle persone che vi lavorano. Gli obiettivi principali dell’Associazione bulgara delle società di software (BASCOM) sono promuovere l’industria del software bulgara, lavorare per migliorare il sistema di istruzione, introdurre l’e-government e posizionare il paese come destinazione high-tech in cui le società di software sviluppano i propri prodotti e servizi ad alto valore.
Allo stato attuale, la quota del prodotto interno lordo dell’industria del software è del 2,4%. Questa quota è stata raggiunta con solo 22.000 posti di lavoro da quasi 3 milioni di forza lavoro nel paese, ha detto BASCOM.
Durante gli ultimi cinque anni di sviluppo del business del software in Bulgaria (2011-2016), il numero di posti di lavoro è aumentato del 67%, passando da 13 627 posizioni nel 2011 a 22 703 posizioni nel 2016.
Le previsioni indicarno che il numero di nuovi posti di lavoro nell’industria del software in Bulgaria raggiungerà 1.722 di nuove opportunità di lavoro.
Circa 10.000 aziende lavorano nel settore IT in Bulgaria.
I risultati mostrano che il salario netto mensile medio per dipendente nell’industria del software raggiunge i 2885 BGN. Negli ultimi 4 anni, l’aumento del salario nel settore è superiore al 30%, con i salari del settore che sono rimasti tra i più alti del paese, entrambi in valore assoluto, così come la crescita. Il salario lordo medio per dipendente nel settore del software aumenterà del 9%
. Negli ultimi cinque anni, l’industria del software bulgara si è sviluppata a un ritmo estremamente rapido. . la crescita del settore è quasi del 20%. I ricavi operativi ammontano a 2,54 miliardi di BGN, il che rappresenta un doppio aumento rispetto agli anni precedenti. Ciò indica il barometro sullo stato dell’industria del software, che BASCOM produce ogni anno.

Prospettive e possibilità
Al momento attuale, in Bulgaria sono presenti la maggior parte delle grandi compagnie della industria dei software. Тutte le più famose ditte del mondo hanno aperto una loro rappresentanza, come anche alcune ditte affermate di altri settori dell’industria del software, quali Scala-Bulgaria, SAP BG, Nemetssc eck-Bulg ia, ecc. Sono attive anche alcune ditte bulgare molto affermate nella produzione di software, quali Fadata, Bora Systems, Busoft engeneering, F l Software, Rila Solutions, Sirma Al, ecc.
Il programma nazionale Bulgaria digitale 2025 evidenzia sei importanti settori prioritari di azione per una crescita digitale intelligente, sostenibile e inclusiva nel periodo 2017-2025. Questo programma mira a modernizzare e implementare soluzioni IT intelligenti in tutti i settori dell’economia e della vita sociale , creando un ambiente favorevole per l’uso diffuso di tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC), infrastrutture nazionali, nuovi servizi elettronici innovativi per imprese e cittadini, standard uniformi e il raggiungimento di numerose reti e sicurezza e l’interoperabilità. Il raggiungimento degli obiettivi in ciascun settore prioritario dovrebbe rafforzare in modo significativo il sostegno all’offerta e alla domanda di strumenti TIC, in modo da garantire un forte sviluppo economico e sociale, sia dal loro uso diffuso in Bulgaria sia dall’accesso facilitato allo spazio digitale unico digitale. UE.

Sistemi operative
Da parte bulgara si fanno ricerche soprattutto nel campo di Linux e Unix. Come dappertutto nel mondo, anche in Bulgaria con Linux si lavora nelle piccole imprese, (IBM e HP non sono incluse nello sviluppo di questo mercato potenziale in Bulgaria, ma contano soprattutto sulle vendite di hardware), mentre gli specialisti di Unix vengono pagati un po’ di più in Bulgaria. Sono diffusi quelli sofisticati come AIX per AS di IBM, VSM di Compaq /Digital/ o IRIX di Silicon Graphics.
Applicazioni per l’ufficio
Il mercato bulgaro è saturo di soluzioni per la gestione della piccola impresa contabilità, magazzini, gestione dei progetti, prodotti, cataloghi con informazione aziendale o legale. Esistono sul mercato soluzioni per i problemi del medico praticante, la piccola farmacia e l’ufficio legale. Non ci sono soluzioni abbastanza valide per una ditta di trasporti e per altre attività meno diffuse.
Per il 2017 I prodotti e servizi IT in outsourcing ammontano a quasi 423 milioni di euro. Azienda leader è il produttore di elettronica nativo Datecs, seguito dall’ufficio bulgaro di VMware, SAP Labs. Tra i primi dieci troviamo anche la divisione bulgara di HP Inc., Chaos Group, Experian Bulgaria, MM Solutions

GIS, sistemi d’informazione geografica
È un settore non abbastanza sviluppato. La rappresentanza di due giganti mondiali (Arclnfo e Mapinfo) è tenuta da aziende bulgare. Le due rappresentanze realizzano gli affari tramite gli ordini dei grossi clienti, senza preoccuparsi per la formazione dei quadri e per la crescita economica. Solo DataMap – Bulgaria e DominoPress offrono propri prodotti informatici. C’è possibilità di lavoro dalla Bulgaria verso l’estero. Lo prova il Centro GIS della ditta Datex, che lavora su ordinativi tedeschi.

I ricavi nel settore del software registrano una crescita record di quasi 600 milioni di BGN, pari al 23% nel 2018 e superano già i 3 miliardi di BGN. Questa è anche la crescita più alta nella storia dell’industria del software. Lo ha commentato Dobroslav Dimitrov, presidente dell’Associazione bulgara delle società di software (BASCOM) alla presentazione del rapporto annuale sullo stato del settore del software in Bulgaria – Barometer 2019.
Una grande percentuale di queste entrate proviene dalle esportazioni di un prodotto intellettuale. Quasi 2,5 miliardi di questi 3,1 miliardi sono esportazioni di servizi e prodotti intellettuali all’estero.Nel 2018, oltre 30.000 persone sono impiegate in oltre 4.000 aziende. Per il 2019, le entrate sono stimate a 700 milioni di BGN. La Bulgaria è al primo posto in tutti i paesi europei nello sviluppo di software. Entro il 2024, il numero di dipendenti nel settore dovrebbe raggiungere le 6.000 persone e uno stipendio medio di oltre 3.000 leva